ACQUISTA

Iron Dummy è il risultato di uno  studio  in collaborazione con i maggiori  esponenti di arti marziali, attraverso il quale si è ottenuto il connubio perfetto di tradizione e innovazione.

 

Il “Muk Yan Chong" nel Wing Chun

La forma avanzata del Wing Chun è composta di 116 movimenti che vengono eseguiti al Muk Yan Chong, dal quale prende il nome. Con essa, il praticante impara a gestire un avversario i cui angoli sono indeformabili e a gestire l'energia dei propri colpi, che il pupazzo restituisce sotto forma di vibrazioni.

la Tradizione

Nella sua forma tradizionale il “Muk Yan Chong “ è costituito da un tronco di legno, dal quale sporgono tre pioli su cui allenare le tecniche di braccia e uno, più lungo e curvo, per l'allenamento delle tecniche con le gambe.

la Ricerca

Negli anni molti atleti di arti marziali hanno cercato di perfezionare la forma rigida del “Muk Yan Chong”, apportando modifiche che ne rendessero la struttura più elastica e reattiva. Le diverse forme ottenute partono tutte o quasi da un corpo centrale in legno, a volte fluttuante su molle, cerniere o altre tecniche simili.

iron dummy

Iron Dummy è il risultato di uno studio condotto sul potere allenante del “Muk Yan Chong, in collaborazione con i maggiori esponenti di arti marziali nelle diverse discipline.

SCOPRI DI PIù

“Muk Yan Chong"

Il “Muk Yan Chong" (木人樁 in cinese, in italiano chiamato comunemente pupazzo o uomo di legno) è un attrezzo usato nell'addestramento del Wing Chun e in altri stili di Kung Fu della Cina meridionale.

la Tecnica

Colpire il pupazzo con braccia rigide e senza pressione è un allenamento inutile o per lo meno incompleto. Quando le braccia vanno a contatto con il pupazzo di legno dovrebbero dare e ricevere una pressione di ritorno come quando si va a contatto con le braccia di chi ci attacca.

i Limiti

il limite della“Muk Yan Chong”, nella sua forma tradizionale o molte delle sue evoluzioni è dato dalla rigidità della struttura, principalmente in legno, che ne limita l’elasticità e la reattività dei movimenti.

l'evoluzione

Con fermo orientamento alla tradizione, ma liberata la mente da ogni preconcetto costruttivo, abbiamo finalizzato la ricerca alla realizzazione di uno strumento che restituisse all’atleta marziale un feedback “attivo”, in grado di accrescere il potere allenante contro un avversario statico.

x